sabato 1 novembre 2014

E ritorniamo da te........solo da te........CRETA 2014



di Maria Concetta Tropea & Stefano


E così si ricomincia da dove eravamo rimasti meno di un anno fa...l'inverno italiano passato a sfogliare i siti sulla nostra isola preferita....a guardare malinconici le webcam delle spiagge bellissime, vuote ma già assolate; a farsi del male pensando che potevamo essere là e poi, finalmente, ecco quel benedetto 29 agosto!
Sveglia alle 4 con partenza del volo alle 6.35 da Bologna. Alle 9.50 atterraggio puntuale al Deskalogiannis di Chania e appena scesi veniamo avvolti dal tepore dell'aria di casa nostra. Corriamo subito a prendere i bagagli e la nostra auto a noleggio ( consigliatissima EUROPEOCARS solo 350 euro per 20 giorni tutto incluso e bottiglia di vino in omaggio) e immediatamente puntiamo verso le mitiche porte di Seitan.
  
Porte di Seitan
 
Bagno meraviglioso, ma purtroppo iniziamo già a notare qualcosa di diverso dall'anno scorso......i turisti sono raddoppiati forse triplicati. E allora alle 13 andiamo già via perchè la piccola spiaggia è invasa da “orde” chiassose  e iniziamo a incamminarci nel lungo viaggio che nei primi 5 giorni ci porterà nell'opposto dell'isola.
Arriviamo a Sitia nel pomeriggio e ci sistemiamo presso il nostro appartamento (Nereids Apartments), gestito dalla gentilissima sig. ra Caterina. Il luogo è veramente ameno, con ampio giardino esterno di palme e limoni a 30 metri dal mare. Nei nostri 5 giorni di permanenza un paio di sere ci concediamo un bagno rilassante fino al tramonto nella spiaggia davanti al nostro appartamento e rimaniamo piacevolmente sorpresi dalla limpidezza delle acque e dalla temperatura marina molto gradevole. Sitia è una città molto diversa dalle altre del nord dell'isola; qui arrivano solo pochi turisti e tutti cercano la tranquillità che questi luoghi ancora conservano. La sera il lungomare si anima, soprattutto di gente del posto, ma conserva comunque la sua vocazione di piccola cittadina di pescatori. A parte la conosciutissima Vai che abbiamo visitato la mattina presto (spettacolare essere li soli dalle 8.30 alle 10.30) il posto che ci è piaciuto maggiormente è la spiaggia di Chiona.
Qui abbiamo trascorso due giornate bellissime , in spiagge deserte con mare cristallino, e abbiamo pranzato e cenato divinamente al Chiona restaurant, un piccolo ristorante situato su un moletto direttamente sul mare (buonissimo il risotto ai frutti di mare).
 

Tramonto sul palmeto di Vai

 
Bagno per primi alle 9 di mattina presso Vai
 
Chiona beach sullo sfondo monte Roussolakos

L'estrema zona est dell'isola è sicuramente il luogo più adatto per la tranquillità e per la ricerca di luoghi nascosti e poco frequentati come la zona di Kato Zakros e Xerocambos, visitate per la prima volta quest'anno, dove abbiamo trovato paesaggi lunari con poche case sparse e un mare da favola.
Xerocambos...

Cosi dopo 5 giorni trascorsi nell'estremo est ripartiamo con direzione ovest per la nostra seconda tappa che ci porterà a Malia. Nel viaggio ci fermiamo nell'ameno paesino di Mochlos che ci cattura per la sua posizione  per le sue taverne e le piccole spiaggette quasi deserte....un bagno rigenerante nel piccolo porticciolo e un pranzo di pesce fresco è quello che ci voleva proprio...
 
 
Bellissima Mochlos



E così la sera arriviamo a Malia.......e qui le note dolenti: esattamente quello che non volevamo........sembra di essere a Ibiza (turismo di massa, Mc Donald e locali notturni) insomma tutto quello che a Creta non ti aspetti qui c'è.........per fortuna che pernotteremo qua solo 3 notti.
Durante il giorno ci spostiamo e visitiamo le spiagge della zona di Agios Nikolaos.......e anche qui purtroppo vediamo come il turismo abbia fatto passi da gigante “prendendosi” ormai anche le calette più insolite e meno conosciute dove prima di mezzogiorno arrivano orde di turisti mordi e fuggi portati dai viaggi organizzati........per fortuna siamo previdenti e siamo sul posto alle 8.30 , giusto 2 ore di tranquillità e poi scappiamo appena le spiagge si riempiono........
 
Kolokithia meravigliosa
 
prima che arrivi l' "invasione".......Maldive no grazie!!!
 
Dopo i 3 giorni passati a Malia ripartiamo vogliosi di raggiungere la prossima destinazione che sarà un piccolo paesino nell'entroterra tra Rethymno e Plakias: Lambini. Qui al nostro arrivo siamo accolti da un temporale anomalo che colpisce incredibilmente solo la nostra zona. Siamo costretti a fermarci a bordo strada perchè scendono giù torrenti d'acqua che i terreni aridi non possono ricevere e così si rovesciano a valle. Arrivati a Lambini dobbiamo salire ancora un kilometro per raggiungere il nostro appartamento che si trova proprio in campagna, in mezzo agli ulivi; la costruzione è veramente bella, tutta in pietra e abbiamo a disposizione una piscina da dividere con un altro appartamento.
E qui rimaniamo sorpresi dall'incredibile ospitalità; la sera subito ci accolgono con un teglione di Moussaka (ci mangiamo due giorni) e poi tutte le mattine ci portano la colazione, sebbene non sia compresa!! Davvero fantastici!!!
Nei 5 giorni trascorsi nella zona uno lo dedichiamo alla visita della splendida Agiofarago.
La spiaggia si raggiunge dopo un percorso abbastanza lungo, ma di grande fascino, attraverso gole mozzafiato in mezzo a montagne altissime. Purtroppo la nota dolente è la presenza al nostro arrivo di gruppi di nudisti; dico purtroppo perchè ognuno può fare quello che vuole a casa sua ma questa zona è stata un zona religiosa dove i cretesi venivano a pregare durante l'occupazione turca tant'è che ovunque si chiede il rispetto del luogo.
Peraltro poco prima della spiaggia troviamo una piccola cappella con all'esterno un pozzo dal quale si può attingere acqua potabile.
La spiaggia di Agiofarago è molto scenografica, con acque quasi verdi e montagne aspre che la chiudono come un catino.

Sarebbe bello inerpicarsi su per le montagne per fare delle foto dall'alto ma la voglia di fare un bagno dopo la dura camminata è troppo grande e così cediamo alla tentazione e siamo in acqua a farci coccolare dalle onde del mar libico......mentre il vento pian piano si intensifica e rinfresca l'aria che si scalda sotto il sole cocente del grande sud cretese.
 
Monastero sulla via per Agiofarago



Scrutando il mar libico avvolto nella bandiera ellenica



Ormai è orgoglio ellenico presso Agiofarago


In un'altra giornata invece raggiungiamo la spiaggia di Schinaria, meno conosciuta rispetto alla vicina Ammoudi, ma comunque di gran fascino dove troviamo molti abitanti del luogo essendo domenica. Nello stesso pomeriggio, invece, decidiamo di raggiungere la località di Matala per un breve giro; qua troviamo molto turismo -in larga parte italiano- che affolla la piccola località, tant'è che in spiaggia non c'è un posto libero. Il paesino comunque è molto carino e particolare e merita sicuramente una visita, anche se i prezzi sembrano un poco più alti.
Nella nostra permanenza in questa zona di Creta non poteva mancare la visita di Loutro.
L'anno scorso eravamo già stati nella zona di Chora Sfakion, ma non avevamo raggiunto Loutro per mancanza di tempo. Così la mattina di buon ora siamo in marcia per percorrere i circa 60 km di strada tortuosa che ci portano al porto di Sfakia. Qua alle 10.30 in punto il traghetto inizia la breve traversata che alle 11 ci porta nell'ameno paesino di Loutro.
Questa è veramente una piccola perla; poche case incastonate nel piccolo golfo sormontato dalle propaggini delle montagne bianche...un gioiello!
E cosa dire del mare......niente parleranno le prossime immagini...
 

Partecipanti appena sbarcati a Loutro.....
 
 
Maldive no grazie.....Loutro si grazie!!!



Lasciando nostalgicamente Loutro...


Per le cene nei nostri giorni di permanenza nella zona di Plakias dobbiamo segnalare il ristorante Marouni presso l'omonimo paese......un luogo splendido con vista mozzafiato e cucina tipica cretese entusiasmante.....


Baia di Plakias al tramonto vista da Marouni


E così giungiamo all'ultima settimana di permanenza nella nostra isola......ci spostiamo a Kaliviani, piccolo paese in mezzo agli ulivi situato all'estremità ovest dell'isola.........da qui è inutile dirlo la prima tappa sarà Balos!!!
Altra piccola nota dolente......mamma mia quanto è cambiata Balos dalla prima volta, quel lontano 2010.....a fatica si trovava la strada, per raggiungerlo il percorso era quasi impraticabile e sulla battigia vi erano solo pochi ombrelloni.......certo il fascino resta immutato, ma il turismo selvaggio sta rovinando questo angolo di paradiso.
Adottiamo comunque sempre la solita tattica; partenza prestissimo e alle 8 siamo al parcheggio da dove inizia il sentiero; siamo arrivati per poco per secondi ma va benissimo.......iniziamo a incamminarci (conterò alla fine quasi 500 gradini) per raggiungere la nostra meta.....l'aria fresca del mattino e il sole appena uscito da dietro le montagne ci spingono ad accelerare per goderci il meglio di Balos prima dell'arrivo delle orde barbariche.
 
 

Il primo sole illumina Balos




Non sembra vero......solo noi due!!!!




Angoli di paradiso dalle Maldive.......scusate dalla laguna di Balos!!




Direttamente dal paradiso...



tranquilli non abbiamo sbagliato bandiera........è sempre Grecia, è sempre Creta!




Sulla via del ritorno......panorama verso Gramvousa



Scatto dall'alto della spiaggia ormai affollata

L'altra tappa obbligata è sicuramente Elafonissi. Anche in questo caso partenza alle ore 8 con arrivo intorno alle 9 con spiaggia quasi deserta. Spettacolo!!!!
Alla terza volta possiamo finalmente fare delle foto con la spiaggia deserta.....e allora anche qui parleranno le immagini...






Solo noi e te.....più bella che mai.....la nostra laguna preferita!



Bellezza disarmante

Dopo queste immagini non so voi, ma noi abbiamo già prenotato il primo volo per la “nostra” isola quindi vi salutiamo e vi lasciamo all'autunno italiano.......no aspettiamo un attimo, dobbiamo finire in bellezza e allora la terza spiaggia visitata è la splendida Falassarna;
 
 
 



 
 
 
 
E cosi termina il nostro tour dell'isola più bella del mediterraneo e anche di più.......
Speriamo di aver lasciato in chi leggerà almeno la metà dell'amore che noi proviamo per la nostra isola....
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 





1 commento:

  1. Quanto ci manki isola nostra..............torneremo presto..........

    RispondiElimina